fbpx

Viaggio nel tempo nel mondo dell’Esfoliazione.

L’atto di togliere le cellule devitalizzate e donare luminosità alla pelle è un atto che ci accomuna in tutto il mondo. Cambia il rituale ma l’obiettivo rimane sempre lo stesso, fare a meno di ciò che non serve per vivere leggeri.

In Brasile la pratica del peeling era già usata dalle donne indigene ancora prima che venissero scoperte dai Portoghesi. Utilizzavano le risorse naturale per prendersi cura della loro pelle. Usavano grattarsi con determinate piante per promuovere l’esfoliazione. Oltre ad un visibile effetto fisico, aveva ed ha un grande valore di purificazione. Per concludere l’uso di olio di andiroba un prodotto vegetale dalle proprietà emollienti che lascia la pelle morbidissima e ancora oggi utilizzato per prodotti di igiene personale.
Il rito di esfoliare in Brasile è molto forte principalmente in occasione del capodanno. Esfoliare il corpo con sale marino è un rituale come “banho de Lua” e si crede che sia di buon auspicio per il nuovo anno.

 

Nella cultura Ayurveda il massaggio dei tessuti con delle frizioni, dove viene utilizzata della polvere pura specifica per ogni tipo di costituzione, ha un grande potere levigante e contribuisce a migliorare il benessere fisico e l’ equilibrio dei flussi energetici del nostro corpo. In india nelle farmacie ayurveda si trovano delle spugnette che all’interno contengono delle erbe seccate che aiutano in modo naturale la rimozione delle cellule morte nella routine di bellezza quotidiana.

 

Anche in Marocco nei trattamenti di bellezza negli hammam è una tappa obbligatoria. Nella loro cultura l’esfoliazione viene dopo essere stati cullati nel vapore di acqua calda. Si realizza il gommage utilizzando un guanto molto ruvido di colore nero, usato da secoli per stimolare i tessuti ed eliminare le tossine per donare luminosità. Oltre al guanto usano dei sapone neri che aiutano a detergere. Si conclude il trattamento con un bel massaggio alla marocchina con olio di Argan, una vera oasi di bellezza.

 

Negli ultimi anni è molto di moda la spazzolatura che aiuta a ridurre la cellulite oltre che esfoliare. Una tecnica molto antica già utilizzata dai greci, l’uso di esfoliare in modo naturale usando la spazzola sulla pelle asciutta. In naturopatia è un vero trattamento curativo che contribuisce a disperdere l’energia verso l’esterno permettendo di rinnovare e trasformare le emozioni in eccesso rigenerando corpo e anima oltre che alleviare lo stress con un effetto drenante.

 

In Italia abbiamo la cultura delle piante officinali che oltre a donare gusto e sapore al palato ci rilassano e tonificano i 5 sensi donando bellezza a tutto il corpo. Il rosmarino, una pianta calda è un vero tonico per la mente e il corpo, il suo olio essenziale con i cristalli di zucchero e sale, mescolato con olio di jojoba dona morbidezza freschezza e rivitalizza. Oltre all’ effetto fisico dona proprio energia vitale. Si sente subito una vibrazione energica che porta tonicità e vigore. Un vero toccasana per il corpo mente e anima.

L’istituto kaleya ti propone un trattamento assolutamente da provare.
Il gommage Tonic Dolce&Salato Clarins, ultra piacevole per eccellenza, ricco di oli essenziali. Esfoliazione 100% naturale che lascia la pelle delicatamente profumata e satinata, infinitamente morbida e vellutata.

Luana Melo, naturopata